90C0E33B-0CCD-403B-A63D-9426F8DEE46A

Il counselor si pone letteralmente a servizio del cliente: lo guida, lo aiuta, lo sostiene, percorre insieme a lui un tratto di strada, rinunciando all'idea di essere responsabile della sua "salvezza". Il counselor aiuta il cliente a prendere in mano il timone della sua vita, non se ne assume la direzione, consigliandolo o decidendo al suo posto, ma lo accompagna mentre affronta le sue personali tempeste.

"Sarò con te" - diceva Perls

Il ruolo del counselor è quello di facilitare non di insegnare: "essere con l’altro” significa non imporsi all'altro. Quando inizia un percorso di crescita personale, come il counseling, si instaura un'alleanza terapeutica tra cliente e counselor: un rapporto alla pari con un obiettivo condiviso. Il counselor offre al cliente una presenza empatica e una disponibilità non giudicante che gli permetterà di riacquisire fiducia in se stesso e attingere alle sue risorse, che nei momenti di difficoltà dimentica di avere.

La radice della parola terapia è θεραπεία, termine greco che significa essere a servizio, assistere, aiutare. Ippocrate sosteneva che fosse la natura a guarire più che l'intervento del medico. Questa antica saggezza è valida anche nel rapporto di counseling, in cui è la stessa forza interiore del cliente a risolvere il suo problema. Il ruolo del counselor è aiutarlo e sostenerlo per ritrovarla e utilizzarla in maniera efficace.

Che tu stia affrontando uno specifico momento di difficoltà o che tu voglia raggiungere un miglior grado di soddisfazione o di equilibrio nella tua vita, sono qui per aiutarti