Ilaria Evola Counseling Milano

Il counseling rientra all’interno delle professioni di aiuto, è presente da decenni nel mondo anglosassone e adesso sta prendendo piede anche in Italia.

Quali sono quali sono gli ambiti di competenza del counseling?

Normalmente un individuo, durante il corso della propria vita, si trova ad affrontare situazioni emotivamente complesse o cambiamenti inaspettati che, a volte, non riesce a gestire da solo. Le difficoltà personali o relazionali che ciascuno di noi incontra vivendo, possono essere affrontate meglio – in momenti di maggiore stress e stanchezza – se accompagnati da un esperto: il counselor.

Chi è il counselor?

Il counselor è un professionista, dotato di empatia ma anche di una formazione adeguata, in grado di supportare e guidare la persona in difficoltà. Il counselor è l’esperto che ti aiuta a far chiarezza, senza dare consigli o decidere al posto tuo, stimola i tuoi punti di forza, ti aiuta ad attingere alle tue risorse interiori, ti guida e ti sostiene nell’affrontare la difficoltà che stai attraversando.

Rapporto basato sulla fiducia

Il rapporto che si istaura con il cliente, secondo me, deve essere basato sull’intento autentico di mettere a servizio le proprie competenze professionali per aiutarlo.

La mia esperienza

Nella mia esperienza professionale ho seguito clienti con situazioni diverse: difficoltà nel cambiare lavoro o nel ricollocarsi dopo un licenziamento, difficoltà tra genitori e figli, difficoltà nel prendere una decisione, crisi di coppia, difficoltà a esprimere il proprio punto di vista in pubblico o a raggiungere un obiettivo lavorativo. Ho seguito anche persone che stavano affrontando un lutto, donne che si confrontavano con una maternità inaspettata o che la desideravano ardentemente. Si tratta di situazioni che possiamo attraversare tutti nel corso dell’esistenza. A volte, però, la pressione lavorativa, il condizionamento sociale, una momentanea insicurezza o un periodo di particolare stress possono renderci meno propensi ad affrontare queste tematiche da soli. E’ in queste circostanze che puoi rivolgerti ad un counselor.

Il mio ambito di intervento è il Benessere Personale, Relazionale e la Soddisfazione Professionale. 

 

Importante! Verifica le credenziali del counselor

In Italia ad oggi il counseling è una professione non regolamentata e per questa ragione può accadere di imbattersi in chi, pur non avendo un’adeguata formazione e preparazione, si propone come counselor. Pur non essendoci ad oggi un albo ufficiale dei counselor, esistono delle organizzazioni professionali, come Assocounseling, che definiscono l’iter di formazione necessario per essere abilitato all’esercizio della professione. Il percorso prevede oltre ad un tot di ore di formazione in aula anche un consistente numero di ore di terapia individuale e di gruppo, a cui è necessario sottoporsi prima di iniziare ad esercitare. E’ anche previsto un tirocinio supervisionato, presso enti pubblici o privati, propedeutico all’esercizio della professione post diploma. E’ quindi opportuno verificare le credenziali di un counselor prima di iniziare un percorso, per mettersi a riparo da chi – senza adeguate competenze – vuole svolgere una professione così delicata.

Se vuoi sapere di più sulla mia formazione vai su CHI SONO