Manipura: mobilizzazione dell’energia e azione

Manipura è il chakra dell’ego. Che cosa è l’ego? E come funziona? In termini di centri energetici l’ego rappresenta l’organizzatore dell’energia istintiva che sale dal primo e dal secondo chakra e la combina con la coscienza che scende dai chakra superiori. L’ego funziona come entità esecutiva del Sé, funge da mediatore tra bisogno e coscienza, sceglie quali impulsi esprimere o reprimere e orienta il movimento verso il soddisfacimento del bisogno. Se l’individuo è in grado di individuare il proprio bisogno – se dunque il suo secondo chakra funziona – mobilizzerà la sua energia e agirà per soddisfarlo.

Manipura a livello corporeo

La fase di mobilizzazione dell’energia è associata a livello corporeo all’atto di inspirare, inteso come caricare l’organismo di energia vitale. La fase dell’azione è invece connessa all’espirare, vista come capacità di scaricare l’energia nell’ambiente. In entrambi i casi è necessario attivare il movimento nel corpo, in assenza del quale la consapevolezza del bisogno rimane inespressa e quindi non agita. Se osserviamo la posizione del terzo chakra nel corpo, ci rendiamo conto che è situato nella parte più morbida del torso: il plesso solare, che non è sostenuto né protetto dalle ossa. L’unica cosa che tiene eretto il corpo quindi è un atto di volontà. Quando il diritto ad agire autonomamente è stato danneggiato, il plesso solare si presenterà come collassato e la postura dell’individuo sarà chiusa in avanti. Senza il sostegno del potere personale e dell’autostima la nostra capacità di agire per realizzarci è bloccata.

Blocco3chakrasiamo come ballerine con fantastiche scarpe che però non riusciamo ad allacciare

A livello corporeo questo si traduce in un torace infossato accompagnato da un respiro superficiale. La quantità di ossigeno assorbito sarà ridotta, la testa si sporgerà in avanti e le ginocchia si serreranno compromettendo anche il contatto con la terra.

Manipura e la vergogna

In presenza di un terzo chakra bloccato le azioni saranno guidate dalla vergogna più che dal potere personale: gli individui daranno più ascolto ai pensieri che agli istinti, soprattutto alle voci interiori giudicanti. Le azioni saranno controllate e non spontanee e la volontà utilizzata proprio per il controllo più che per il soddisfacimento sano dei bisogni in figura. Il trattenere l’impulso viene infatti esercitato attraverso la contrazione muscolare che alla lunga può diventare cronica e determinare disturbi quali emicrania, gastrite, colite spastica, tensione permanente alla mascella, cervicale, lombalgia, ecc… Non potrebbe essere altrimenti dato che il corpo è impegnato in una lotta costante.

Manipura in equilibrio

Come invertire la direzione dell’atto di retroflessione dall’interno all’esterno? Le tecniche di rilassamento da sole non sono sufficienti perché hanno l’effetto dell’analgesico sul mal di testa. Per eliminare il mal di testa bisogna arrivare alla radice, utilizzando il processo somatopsichico che parte dalla consapevolezza corporea. Il recupero e la riappropriazione del potere personale sono proprio l’obiettivo del lavoro corporeo sul blocco del terzo chakra.

Sequenza per Manipura

Seguimi

Ilaria Evola

Ilaria Evola opera a Milano come counselor per il benessere personale e relazionale. Diplomata in counseling gestaltico, ha sviluppato un approccio somatico che integra le tecniche di consapevolezza corporea con quelle psicologiche. Oltre ai percorsi individuali, tiene anche laboratori di counseling per gruppi e insegna yoga e meditazione.
Ilaria Evola
Seguimi

Latest posts by Ilaria Evola (see all)