Mantra: cosa sono e come si utilizzano

La parola Mantra deriva dal Sanscrito, la lingua dei Veda, le sacre scritture indiane, in particolare da ‘manas’, che vuol dire ‘mente’, e ‘trayati’, che significa liberare o proteggere. Letteralmente potremmo affermare che Mantra significa liberare la mente dall’incessante attività del pensiero. Il Mantra non è altro che energia contenuta in una struttura di suono. Attraverso la ripetizione di questo suono si generano delle vibrazioni e l’energia ivi racchiusa prende forma. Esistono centinaia di Mantra, ciascuno dei quali è una combinazione di suoni derivanti dalle 50 lettere dell’alfabeto sanscrito. Il Mantra Yoga è una pratica attraverso la quale viene utilizzata l’energia contenuta nel Mantra per specifici scopi.

Swami Vishnu Devananda nel libro ‘Meditation and Mantra‘ sostiene che la ripetizione di un mantra risveglia la coscienza e rende liberi dalle catene del mondo fenomenico.  Anche a livello scientifico é stato provato che il suono agisce sulla psiche e sul corpo dell’essere umano. L’utilizzo dei Mantra aiuta la mente a concentrarsi e soprattutto permette all’energia bloccata a livello fisico di tornare a fluire liberamente. A livello sottile la vibrazione emessa dalla ripetizione di un Mantra va ad agire direttamente sui centri energetici (chakra).

Possiamo raggruppare i mantra in 2 tipologie principali:

Sirguna Mantra: sono legati a particolari divinità dell’Induismo (come Shiva, Vishnu, Rama, …), che rappresentano aspetti particolari dell’esistenza come la trasformazione, la conservazione, la forza, l’umiltà, ecc… .

OM NAMAH SIVAYA – si riferisce a Shiva come forza di trasformazione e cambiamento.

HARI OM – associato a Vishnu, usato come guida verso un processo di purificazione personale.

KIRIE ISSUU CHRISTE ELEISON ME – è un mantra usato nella tradizione cristiana dell’esicasmo.

Nirguna Mantra (Bija Mantra)

L’altra tipologia, i Bija Mantra, i cosiddetti suoni seme, hanno un significato astratto o sono semplicemente un insieme di lettere senza un particolare significato.

OM è il suono universale che racchiude in sé tutti i mantra esistenti. OM deriva da AUM, dove A rappresenta il piano fisico, U il piano mentale e M lo stato di trascendenza che va oltre l’intelletto. Data la sua universalità OM può essere utilizzato anche da chi non ha un mantra personale o da chi non é stato iniziato. Correttamente pronunciato OM produce una vibrazione che dall’ombelico arriva sino alle narici e alla fronte. La sua ripetizione ha un’influenza molto forte sulla mente, risveglia la coscienza e trasforma ogni singola cellula del corpo.

A parte OM, che è il Bija mantra per eccellenza, ci sono altri esempi:

KLEEM – che rappresenta il superamento dei desideri, la trascendenza dei sensi e l’essere contenti di ciò che si ha

GLAUM e GAM – in onore di Ganesh per il superamento degli ostacoli e delle difficoltà quotidiane e altri ancora

Come si fa sceglie un Mantra?

Ci sono due metodi: affidarsi ad un guru che compia un’effettiva iniziazione o sceglierlo da soli. In entrambi i casi, la parola in sé non ha alcun effetto se non viene ripetuta con fede, devozione e concentrazione. La ripetizione del mantra in via continuativa viene anche chiamata Japa Meditation, pratica effettuata con l’ausilio di una mala, una sorta di rosario che consiste di 108 granelli più uno addizionale che viene chiamato meru, di solito più grande o di forma differente dagli altri, e sta ad indicare che una mala è stata completata. I singoli granelli vengono fatti scorrere tra il pollice e il dito medio e quando si completa un ciclo da 108, non si passa otre il meru ma semplicemente si torna indietro.

Una volta acquisito il Mantra, se decidiamo di intraprendere la meditazione Japa, procediamo alla sua ripetizione mantenendo l’attenzione al punto in mezzo alle sopracciglia (Ajna Chakra, il cosiddetto terzo occhio) o al cuore (Anahata Chakra). Quando si decide un punto su cui concentrarsi è sempre meglio non cambiarlo. Un mantra può essere ripetuto ad alta voce, può essere semplicemente bisbigliato o ripetuto mentalmente, con grado di difficoltà crescente.

Nel libro ‘Meditation and MantraSwami Vishnu Devananda sostiene che la ripetizione del mantra agisce sulla mente rimuovendone le impurità, i tre semi del male che sono, l’orgoglio, l’avidità, la paura. Così come uno specchio impolverato acquista lucentezza quando viene rimossa la polvere, allo stesso modo la mente ripulita dalle impurità ritrova la calma e la pace originaria.

Attraverso la meditazione japa (la ripetizione del mantra) si riesce a raggiungere un’estrema focalizzazione e concentrazione. Le vibrazioni o suoni del mantra sono considerati particolarmente importanti in quanto, secondo la tradizione Hindu, sono in grado di risvegliate il prana o forza vitale interna e stimolare l’energia a livello di ogni singolo chakra.

Efficacia scientifica dei mantra

L’efficacia dei mantra è stata provata anche a livello scientifico attraverso la misurazione delle onde cerebrali prima, durante e dopo la sua ripetizione. Nello stato normale di veglia, le onde cerebrali hanno un ritmo di 13 cicli al secondo e sono chiamate onde Beta. Quando la mente raggiunge uno stato di calma vigile invece, le onde cerebrali rallentano ad un ritmo di 8 cicli al secondo e vengono dette onde Alfa. Durante la ripetizione di un Mantra nel modo adeguato, le onde Alfa rallentano il loro ritmo fino a 4 cicli al secondo trasformandosi nelle onde Teta. Con la ripetizione continua e concentrata le onde rallentano generando le onde Delta che hanno il ritmo di 1 ciclo al secondo.

Con il rallentamento delle onde cerebrali la mente entra in uno stato di pace e di gioia interiore sempre crescenti. La pratica costante e giornaliera della meditazione japa, permette di trasferire questo stato di quiete interiore nella quotidianità e di affrontare la vita con più consapevolezza.

Vedi anche Importanza della meditazione e Meditazione Cristiana

Seguimi

Ilaria Evola

Ilaria Evola opera a Milano come counselor per il benessere personale e relazionale. Diplomata in counseling gestaltico, ha sviluppato un approccio somatico che integra le tecniche di consapevolezza corporea con quelle psicologiche. Oltre ai percorsi individuali, tiene anche laboratori di counseling per gruppi e insegna yoga e meditazione.
Ilaria Evola
Seguimi

Latest posts by Ilaria Evola (see all)